news 04.03.2015

A Cortina "si naviga" in pista con Google Maps

230 panoramiche, 10 rifugi, 11 Ski Aree: questi i numeri del Virtual Tour che, sfruttando e potenziando la tecnologia Street View di Google Maps, permetterà agli amanti delle Dolomiti di “visitare” le piste e gli impianti di Cortina – e non solo –

 Da oggi con Google Maps “si naviga” anche lungo le piste del comprensorio sciistico di Cortina d’Ampezzo: le discese e gli impianti della Regina delle Dolomiti sono i primi al mondo a essere mappati sulla celebre piattaforma online.

Un progetto ideato e proposto dal Fotografo Certificato Google Toni Bornacin – esperto in comunicazione multimediale e collaboratore esterno di Google Maps – al Consorzio Cortina Turismo che, assieme al Consorzio Esercenti Impianti a Fune, ha abbracciato questa importante opportunità.

 

Grazie alla guida interattiva virtuale, che sfrutta la tecnologia Street View per geo-localizzare all’interno delle mappe le immagini panoramiche a 360° del comprensorio sciistico, tutti gli appassionati delle Dolomiti potranno “visitare” le piste direttamente da PC, smartphone e tablet, scoprirne le caratteristiche, raccogliere informazioni e avere un assaggio dei meravigliosi paesaggi apprezzabili, solitamente, con gli sci –  o la tavola –  ai piedi (www.topviewski.com).

 

Faloria, Cristallo, Mietres, Tofana, RaValles/Drusciè, 5 Torri, Lagazuoi, Col Gallina, Auronzo, Misurina e San Vito di Cadore le Ski Aree “virtualizzate” da Toni Bornacin in collaborazione con Giuseppe Ghedina, fotografo certificato Google residente a Cortina e conoscitore delle Dolomiti, in aggiunta a circa 10 rifugi che hanno colto subito l’occasione di mostrare le loro strutture, anche dall’interno, avvicinandosi così sempre più alle esigenze degli ospiti delle Dolomiti.

Oltre 230 le panoramiche raccolte nel Virtual Tour disponibile da oggi nella home page del portale cortina.dolomiti.org – sito ufficiale della Regina delle Dolomiti – e del Consorzio Esercenti Impianti a Fune e facilmente integrabile dagli operatori di Cortina nei rispettivi siti web. A breve, infatti, la possibilità per hotel, ristoranti, notiziari online, portali di settore, forum di riferimento e blog di inserire il Virtual Tour di Google nella propria piattaforma, con un semplice procedimento.

 

A giorni, inoltre, l’inserimento in Google anche delle piste di fondo del comprensorio di Cortina e Tre Croci, dopo un primo test di mappatura svoltosi a Fiames agli inizi di febbraio, in occasione della Granfondo Cortina-Dobbiaco.

Per la stagione estiva, infine, il completamento del progetto con la mappatura di oltre 20 sentieri e relativi rifugi.