news 11.08.2014

A Cortina si pensa già all'autunno che verrà: tanti gli appuntamenti

E' il momento ideale per vivere appieno le emozioni delle Dolomiti in una stagione ricca di colori e sapori

Autunno a Cortina d’Ampezzo: il momento ideale per vivere appieno le emozioni delle Dolomiti in una stagione ricca di colori e sapori. Molti gli impianti di risalita aperti anche a settembre e ottobre: la Funivia Lagazuoi fino al 19 ottobre, gli Impianti di Mietres fino al 31 settembre, la Seggiovia 5 Torri fino al 28 settembre, gli Impianti del Cristallo fino al 21 settembre, gli Impianti Tofana Freccia nel Cielo fino al 15 settembre, gli Impianti del Faloria fino al 14 settembre, la Seggiovia Giau e gli Impianti Tofana Ista fino al 7 settembre (http://cortina.dolomiti.org/index.cfm/Bollettino-neve/).

Trekking e passeggiate alla scoperta della flora, della fauna e dei panorami mozzafiato, per una vacanza a contatto con la natura. Sono oltre 400 i chilometri di percorsi segnalati, con diversi gradi di difficoltà e caratteristiche (http://cortina.dolomiti.org/index.cfm/Cosa-fare/?idTipologiaAttivita=10): dalle cascate lungo il Sentiero dei Canyon, ai boschi e laghi nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, sino alle escursioni di carattere storico con la visita al più esteso museo all’aperto della Grande Guerra.
Un’esperienza suggestiva, quest’ultima, in un anno molto significativo per tutti gli abitanti di Cortina: il centenario dello scoppio del conflitto. L’area - raggiungibile a piedi, in mountain bike o con gli impianti di risalita - è costituita dai musei all'aperto del Lagazuoi, delle 5 Torri e del Sasso di Stria e si estende su un raggio di 5 chilometri, permettendo di osservare tutti i diversi aspetti della Grande Guerra in montagna. Imperdibile anche il Forte Tre Sassi: costruito tra il 1897 e il 1901 per sbarrare l’accesso alla Val Badia all’esercito italiano e oggi sede di un importante museo storico (http://cortina.dolomiti.org/index.cfm/Cosa-fare/Museo-all-Aperto-della-Grande-Guerra/).

Ma la natura straordinaria dell’autunno tra i Monti Pallidi si può ammirare anche dalle terrazze panoramiche dei rifugi d’alta quota, gustando i piatti tipici della tradizione ampezzana o rilassandosi in sauna.
Al Rifugio Lagazuoi, a quota 2.752 metri, la sauna più alta delle Dolomiti, con un’eccezionale vista panoramica; al Rifugio Scoiattoli la vasca botte all’aperto, riscaldata da una stufa a legna, per una romantica immersione nella natura. Allo Scoiattoli si festeggerà l'arrivo della stagione autunnale con l’Omaggio all’autunno, il 21 settembre. Al Rifugio Croda da Lago (2.046 metri) la sauna finlandese è vista lago; mentre allo Chalet Lago Antorno, due suite benessere totalmente ristrutturate, con un’intera parete vetrata panoramica. Incantevoli anche le stanze rinnovate di Malga Peziè de Parù, Malga Ra Stua e Malga Federa: strutture apprezzatissime anche per la scelta di piatti tipici.
Al Rifugio Averau, inserito dal “Sunday Times” tra i dieci migliori ristoranti di montagna delle Alpi, una cucina tradizionale e raffinata a 2.416 metri di altitudine. Tutta da gustare anche la proposta culinaria del Rifugio Col Drusciè (1.778 metri), del Rifugio Lago d’Ajal (1.472 metri) con il suo Ragù di trota e del Rifugio Dibona (2.083 metri) con i suoi gustosi Tagliolini con mascarpone, speck e mirtillo.
Vista mozzafiato anche dai rifugi Capanna Tondi (2.340 metri), Duca d’Aosta (2.098 metri), Faloria (2.123 metri), Pomedes (2.203 metri) e Son Forca (2.235 metri).
Perfetto per le famiglie il Rifugio Col Gallina (2.055 metri), al centro di una fitta rete di facili sentieri e di bellissime escursioni. Qui è disponibile anche uno skill park per baby biker (dai 6 ai 15 anni): un vero e proprio campo pratica per muovere i primi passi nel mondo del freeride.

Non solo natura: il piacere degli occhi potrà trovare soddisfazione anche visitando le diverse esposizioni in corso a Cortina d’Ampezzo.
Fino al 2 novembre il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi ospiterà al primo piano un focus sull’arte del territorio con Quellocheamo, retrospettiva dell’artista ampezzano Giulio Siorpaes. All’ultimo piano la collezione permanente, arricchita dalla nuova acquisizione di Giuseppe Capogrossi e riallestita per favorire un contatto ancora più coinvolgente con l’arte del Novecento italiano.
Sempre fino al 2 novembre al Museo Etnografico delle Regole d’Ampezzo le mostre Le bambole vestono la tradizione/Pupes viestides da canpanoto e Cortina d’Ampezzo/Vienna. Liberty e Jugendstil riallestita con nuovi disegni e oggetti (www.musei.regole.it).
All’Alexander Girardi Hall, la mostra fotografica 1914 – 2014 Cortina d’Ampezzo e i suoi ricordi di guerra. La guerra in Galizia con esposizione di alcuni cimeli, a cura di Loris Lacedelli e promossa dal Comune di Cortina d’Ampezzo e dall'associazione “Museo Tre Sassi – Edelweiss Stellung”, con il supporto di U.L.d’A, Sitzer di Ampezzo e della Filodrammatica d'Ampezzo.
Ancora all’Alexander Girardi Hall, sino al 7 settembre, con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e con il supporto di Cortina Turismo, sarà visibile il Ritratto di Malala Yousafzai, parte della serie Ladies for Human Rights di Marcello Roboani, curato da Melissa Proietti in collaborazione con il Robert F Kennedy Justice e Human Rights Europe.
Sempre sino al 7 settembre, presso il Rifugio Col Drusciè, sarà possibile visitare la mostra I Colori della Notte, con immagini di stelle e Dolomiti, realizzate dai soci dell'Associazione Astronomica Cortina.
Fino al 21 settembre all’Ikonos Art Gallery sarà aperta la mostra del fotografo Stefano Zardini Le Dolomiti nella visione di Goethe, con 400 fotografie in bianco e nero, per cercare l’anima nascosta delle Dolomiti.
Infine sino al 30 settembre, lungo Corso Italia, la mostra Il 1914 e la "Domenica del Corriere": un'esposizione dedicata al primo anno di guerra disegnato da Achille Beltrame, per raccontare gli sguardi, le armi e le tribolazioni del conflitto europeo e mondiale. Un’iniziativa di Una Montagna di Libri in collaborazione e con il supporto di Fondazione Corriere della Sera, Editoriale Veneto e Union de i Ladis d’Anpezo.

Per vivere tutte le proposte autunnali di Cortina d’Ampezzo, sono disponibili offerte vacanza al link: http://cortina.dolomiti.org/index.cfm/Offerte/?frmPCCOfferta=-1