evento 19.09.2014

Alla scoperta del fagiolo

dal 19 al 21 settembre sull'altopiano di Lamon

Weekend di nozze d’argento per la Festa del Fagiolo di Lamon IGP, che quest’anno celebra i suoi primi 25 anni. Dal 19 al 21 settembre, a Lamon, a pochi chilometri dalla Città Medioevale di Feltre (BL) e nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, non solo si avrà l’opportunità di scoprire la terra di produzione di questo pregiato legume, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, ma lo si potrà anche degustare nelle tradizionali ricette locali. Largo spazio alla gastronomia, dunque, ma non solo. Nell’arco della manifestazione saranno protagonisti anche l’arte e l’artigianato, con diverse mostre e iniziative. Particolare sarà l’esposizione di uccelli rapaci sul Colle di San Pietro, con la relativa dimostrazione di volo prevista per le 16.30 di domenica 21 settembre. Sempre nella giornata di domenica 21 (dalle 11 alle 17) i visitatori potranno ricevere un particolare cimelio: un annullo filatelico celebrante la manifestazione, su cui è raffigurato il ponte sulla Stalena di Lamon. Per maggiori informazioni: Pro Loco Lamon http://www.prolocolamon.it/ – Consorzio Tutela Fagiolo di Lamon http://www.fagiolodilamon.it/it/).

 

Per chi sceglie di soggiornarne a Lamon durante questo weekend del gusto, ecco alcune opportunità:

 

B&B Manarin ( Per Informazioni: +39 0439 / 792054 - +39 328 / 1425403);

B&B Oltra ( Per Informazioni: +39 0439 / 792045 - +39 339 / 5935105);

B&B Al Salvanel ( Per informazioni +39 0439 / 96496 - +39 338 / 8147698);

Albergo Al Tajol ( Per Informazioni +39 0439 / 795069 - +39 340 / 5184133).

 

È possibile consultare le diverse proposte degli alloggi sul sito del Consorzio Dolomiti Prealpi (http://www.dolomitiprealpi.it/ - sezione Ospitalità / Dove dormire).

 

Per gli amanti della cucina proponiamo la ricetta tradizionale bellunese della Pasta e Fagioli

 

Ingredienti per 4 persone

g 250 di fagioli di Lamon; ½ costa di sedano; ½ carota;1 scalogno; 1 litro di brodo vegetale;

2 cucchiai di olio extravergine di oliva; 2 spicchi d’aglio; timo; 4 foglie di salvia; sale; g 120 di pasta (maltagliati all’uovo, tubetti) prezzemolo, pepe

 

Preparazione

Sgocciolare i fagioli e passarne la metà al passaverdure. Tritare molto finemente sedano, carota e scalogno. Scaldare il brodo vegetale. In una pentola da minestra far soffriggere il trito e l'aglio nell'olio per qualche minuto, a fiamma media, fintanto che non assume un aspetto dorato. Unire un cucchiaio di brodo e proseguire la cottura per qualche minuto. Aggiungere un mestolo di brodo, mescolare, unire i fagioli interi, un pizzico di timo, la salvia e lasciare insaporire qualche minuto a fiamma vivace. Stemperare i fagioli frullati con mezzo mestolo di brodo e versare il composto nella pentola. Girare e lasciare insaporire qualche minuto. Versare 5-6 mestoli di brodo e portare ad ebollizione. Regolare di sale. Buttare la pasta e cuocere mescolando spesso con un cucchiaio di legno, secondo il tempo di cottura del formato scelto. Aggiungere qualche mestolo di brodo se la minestra tende ad asciugarsi troppo. Tenerla piuttosto liquida perché a fine cottura tenderà ad addensarsi. Nel frattempo lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle con la mezzaluna su un tagliere. Spegnere il fuoco, regolare di sale, profumare con una grattugiata di pepe ed il prezzemolo tritato. Lasciare intiepidire 5 minuti con il coperchio e servire con un filo d'olio a crudo (http://www.fagiolodilamon.it/it/informazioni/consumatori/ricette/pasta-e-fagioli.html ).