news 11.06.2014

Consegnato il premio "Giovanni Paolo I": i ricordi del Card. Poupard su Papa Luciani. 

Riconoscimento per il libro "Apposionata" di Mario Dal Bello e Daniela Dessi

Il card. Paul Poupard, il regista Eugenio Cappuccio, il critico d'arte Mario Dal Bello, il tenore Fabio Armiliato e il soprano Daniela Dessì sono le personalità alle quali il Centro Papa Luciani della diocesi di Belluno-Feltre e il Comune di Santa Giustina hanno assegnato quest'anno il “Premio Giovanni Paolo I”. A ritirare la targa e la pergamena, nel corso della manifestazione coordinata dal giornalista Michelangelo De Donà, il card. Paul Poupard, presidente emerito del Pontificio Consiglio della Cultura che ha portato i suoi ricordi su Papa Albino Luciani e una riflessione sulla lettera agli artisti; il regista Eugenio Cappuccio, assistente di Federico Fellini, firma dei film “Volevo solo dormirle addosso”, “Uno su due” e “Se sei così ti dico sì”; Fabio Armiliato, uno dei tenori più importanti della scena lirica internazionale che riferendosi al teatro Colon in Argentina costruito dall'ing. Pellizzari di Sospirolo lo ha definito “il più bello del mondo”. Armiliato è stato anche attore nel film “To Rome with love” di Woody Allen. Premiati inoltre il giornalista Mario Dal Bello e il soprano Daniela Dessì, interprete di riferimento per il repertorio verdiano, pucciniano e verista, all'attivo oltre 70 titoli operistici, considerata oggi uno dei soprani più importanti del mondo. Dal Bello è tra l'altro autore di “Appassionata” edito dalle Paoline, libro-intervista alla Dessì. A concludere la serata l'esecuzione di cinque brani di musica sacra con Ave Maria di Gounod, Caccini e Mascagni, l'Agnus Dei di Bizet, Dessì ed Armiliato in chiusura hanno cantato insieme il “Panis Angelicus”. A portare il saluto e la consegna dei riconoscimenti il direttore del centro Papa Luciani don Francesco De Luca, il sindaco di Santa Giustina Ennio Vigne, la rappresentante di BCC Prealpi Elisa Collazuol e il presidente dell'Associazione Bellunesi nel Mondo Oscar De Bona.

Domenica mattina il card. Poupard ha celebrato la Santa messa nella chiesa di Santa Giustina e nell'omelia ha rivolto una preghiera ai cristiani perseguitati nel mondo e ha rivolto un ringraziamento e parole di elogio per la Schola Cantorum,