news 27.01.2016

Cortina Olimpica: 1956-2016

In occasione del 60° anniversario, molte iniziative per celebrare lo storico evento tra le vette della Regina delle Dolomiti

Cortina olimpica: il 26 gennaio di sessant’anni fa l’accensione del tripode dei VII Giochi Olimpici Invernali che la consacrava Regina degli sport invernali. Da allora Cortina, meta turistica d’eccellenza, ha intrattenuto un rapporto privilegiato con gli eventi sportivi internazionali, con 24 edizioni della Coppa del Mondo di Sci alpino femminile, gli appuntamenti di sci nordico e la Coppa del Mondo di Snowboard, la cui prima edizione si è tenuta quest’anno sulle nevi del Faloria.
 

Proprio qui si terrà il primo di tre momenti celebrativi dell’anniversario VII Olympic Winter Games 1956-2016. Cortina 60° anniversario, durante cui verranno ripercorsi i tracciati delle gare del 1956 in compagnia dei campioni olimpionici. L’evento, organizzato dal Consorzio Esercenti Impianti a Fune in collaborazione con le società Faloria, Tofana e Ista, si svilupperà su tre giorni.

Venerdì 29 gennaio protagonista la pista Vitelli in Faloria in compagnia del campione Bruno Alberti, domenica 31 gennaio la pista A del Col Drusciè con Carlo Calzà e mercoledì 3 febbraio l’Olympia delle Tofane con Gildo Siorpaes.

Per vivere questo momento, sarà sufficiente presentarsi alle 10.30 alla partenza dei tracciati: la partecipazione è gratuita. All’arrivo verrà consegnato un “diploma olimpico” in ricordo dell’evento e, dopo la discesa, sarà possibile pranzare con i campioni, alle 12.30 circa, rispettivamente al Ristorante del Rifugio Faloria il 29 gennaio, al Ristorante Rifugio Col Drusciè il 31 gennaio e, il 3 febbraio, al Ristorante Rifugio Pomedes (costo indicativo: euro 30 per i partecipanti a questi eventi; Per info: +39 0436 5889; +39 0436 5052; +39 0436 4480).
 

Inoltre, giovedì 28 gennaio, si terrà la cerimonia di apertura dei Campionati Italiani Sci Vigili del fuoco introdotta alle 18.00 da una sfilata delle squadre in gara da Piazza Angelo Dibona allo Stadio Olimpico del Ghiaccio, dove alle ore 19.15 avrà luogo l’inaugurazione ufficiale dell’evento con l’accensione del tripode olimpico da parte di Maurilio De Zolt, per ricordare i giochi olimpici, seguita da fuochi artificio (http://bit.ly/VVFsci-Cortina16).

Il 20 e 21 febbraio 2016, nel corso dell’appuntamento Cortinissima ’56, tra le vette della Regina delle Dolomiti tornerà simbolicamente la Fiamma Olimpica, sia l’originale fiaccola del ’56, sia quella portata da Kristian Ghedina, tedoforo nel 2006 e cinque volte olimpionico.

Sabato 20 febbraio, dopo il passaggio della fiaccola olimpica nel centro di Cortina, la proiezione di immagini storiche dell’Istituto Luce presso la sede M'over a partire dalle ore 17.00.

Presenti all’evento i volti dello sci mondiale Deborah Compagnoni, 3 volte medaglia d’oro, e Kristian Ghedina, oltre a Sergio Calzà, atleta che partecipò alle Olimpiadi del ’56, Yvonne Rüegg, medaglia d’oro alle Olimpiadi del ‘60, e Bruno Alberti, tre volte olimpionico e portabandiera degli azzurri nel ’60.

Domenica 21 febbraio il “gigantissimo in Faloria” sulla pista Vitelli: la premiazione avrà luogo sulla terrazza panoramica del Rifugio Faloria.

Cortinissima ‘56 è organizzata da M’Over e realizzata in collaborazione con la Skiarea Cortina Cube, con Fisi Padova e con Fisip, grazie a cui parteciperanno alla gara anche atleti diversamente abili (Quote iscrizione gara: euro 25 con pettorale vintage e autografo di Kristian Ghedina; Per info e iscrizioni: +39 0436 2810 |team@moversport.it  | www.moversport.it ).


 

NOTIZIE CORRELATE
news 16.12.2013

Pronti, si scia!

news 04.03.2014

WORKS