news 13.07.2016

Dolomiti bellunesi: in giro per laghi e torrenti tra attività acquatiche concerti e musica

La storia delle Dolomiti è una storia antichissima fatta di rocce, sì, ma anche di acque: oggi il mare qui non c'è più, e da parecchio tempo, però scegliere di trascorrere l'estate in montagna non vuol dire affatto rinunciare ai bagni all'aperto.

 

Nel Bellunese, di mare ce n'è più d'uno: in primis il Piave, che scorre proprio ai piedi della città murata e che da poco ha riconquistato i locali ai bagni nel fiume grazie alla creazione di un bel parco ombreggiato e di Piave Beach, la spiaggia a due passi dal centro storico.

Un po' più lontano rispetto al capoluogo di Provincia c'è il lago di Santa Croce, su cui si specchiano a corona le cime magnifiche dell'Alpago. Il lago – il secondo per ampiezza del Veneto – è il paradiso bellunese di velisti, kite surfer, amanti della spiaggia e appassionati di ornitologia (c'è anche una bella oasi naturalistica, sulla sua sponda settentrionale).

Per i più coraggiosi, ci sono poi i torrenti: molti e ghiacciati al punto giusto, sono l'ideale per affrontare con disinvoltura anche le giornate più afose di agosto. Per i Bellunesi, tra i luoghi estivi per eccellenza c'è senz'altro il torrente Cordevole, che i più raggiungono dalla passerella al Peron, lungo la strada che da Belluno sale verso Agordo. L'acqua è magnifica, trasparente e turchese, e invita a bagni multipli, anche se piuttosto brevi. Il Cordevole è uno dei moltissimi affluenti che fin dalla sorgente (che si trova a Sappada, all'estremità settentrionale della Provincia) arricchiscono di acque cristalline il bacino del Piave. Tra gli affluenti del Fiume Sacro alla Patria, particolarmente caro ai Bellunesi è l'Ardo, che scorre selvatico giù per l'omonima valle, dal monte Schiara roboando fino alle mura della città, dove si getta indifferente nel Piave, poco distante dalla neonata Piave Beach.

 

Ben consapevole dell'importanza – un tempo anche economica, oggi essenzialmente affettiva – dell'Ardo per gli abitanti del capoluogo, da qualche tempo d'estate c'è chi organizza nei suoi luoghi più belli una rassegna musicale, Armonie – musiche per il torrente Ardo.

Armonie è nata nel 2011, per valorizzare e far risuonare la spettacolare forra fossile del Buss del Buson, che si trova poco lontano dal centro di Belluno, a Bolzano Bellunese – uno degli ingressi del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Col tempo, i concerti di Armonie si sono appropriati anche di altri luoghi del torrente: sono usciti dalla gigantesca conchiglia di pietra del Buss del Buson e hanno conquistato il Pont de la Mortiss, i prati alla foce dell'Ardo, i boschi e i pendii ai piedi della Schiara – cima tanto amata da Dino Buzzati.

 

Per l'estate 2016 Armonie, forte dell'ormai consolidata partecipazione della popolazione di Bolzano Bellunese, si espande ulteriormente ed esplora anche le frazioni limitrofe, dal torrente saltando sull'altro versante della valle, in Col di Roanza, in occasione delle stelle cadenti.

Il programma si inaugurerà al Pont de la Mortiss, con un concerto di improjazz affidato ai sassofoni di Eduardo Marraffa – che, si dice, li suona “con la prepotenza di una lingua di ghiaccio che scavi una vallata”. Dopo il Pont de la Mortiss, verrà il momento consueto del Buss del Buson, quest'anno protagonista di una passeggiata sonora affidata ai cori locali: il Coro Minimo Bellunese, Voci dei Cortivi e il Coro Cai Di Belluno. Il terzo appuntamento previsto sarà una data di musica e parole: la musica affidata al polistrumentista Vincenzo Vasi (che lavora tra gli altri con Vinicio Capossela, Marc Ribot e Roy Paci), le parole allo scrittore e blogger Paolo Nori, che racconterà di democrazia e libertà nel magnifico scenario di bosco e cascatella a Pian de Scala. Infine, Armonie 2016 si chiuderà con le stelle cadenti, sui prati di Col di Roanza, e con la musica contemporanea del progetto Phos (sound installation per flauti, strumenti autoctoni, electronics e field recordings) degli artisti tedeschi Anna Buck (flautista) e Johannes Schneeberger (pianista e compositore).

 

Per il programma dettagliato e aggiornato degli eventi, consultare il sito www.busdelbuson.com

 

Per pernottamenti a Bolzano Bellunese: http://iborghidellaschiara.it o 3402992972