news 01.04.2014

Dolomiti, primavera sulla neve

Un po' ovunque nel Bellunese gli impianti posticipano la chiusura della stagione sciistica

Neve ce n'è ancora, in abbondanza, e il sole splende - finalmente. Molti impianti del Bellunese hanno perciò deciso di rimandare la chiusura della stagione invernale: dal Comelico a Cortina, si continua a sciare fino in primavera.
I comprensori della Val Comelico e di Auronzo Misurina hanno posticipato la fine della stagione sciistica di una settimana: gli impianti si fermeranno il 23 marzo. Così tenta di fare anche il Nevegal, caldo permettendo.
A Sappada rimarrà in funzione fino al 30 marzo solo il comprensorio del monte Siera, nel resto delle piste si farà l'ultima discesa domenica 16, come da programma.
Le ski area del Civetta, di Falcade San Pellegrino e di Arabba andranno avanti a lavorare fino al 6 aprile. In Marmolada si potrà sciare fino a Pasquetta, il 21 aprile.
E a Cortina? Dopo un inverno all'insegna dell'emergenza neve, la primavera sembra decisamente più fortunata: si scierà ancora a lungo, sulle piste della Perla delle Dolomiti. Gli impianti in Tofana hanno posticipato la chiusura al 31 marzo, quelli sul Lagazuoi al 6 aprile. Le piste dell'Averau, delle 5 Torri, di Ra Valles e del Cristallo rimarranno operative fino al 21 aprile, quelle del Faloria fino al 1 maggio. 120 chilometri di neve da godersi in maniche corte... o quasi.
Non ci sono solo gli impianti, ovviamente: la neve c'è anche fuori pista, per gli amanti dello sci alpinismo, del freeride, del fondo e delle camminate con le ciaspole.