news 22.04.2015

Expo, accordo tra tutte le categorie economiche per azioni di promozione del territorio

Il coordinamento affidato ad AIT Dolomiti, l’agenzia di informazione turistica di Confindustria Belluno Dolomiti. Tra gli obiettivi la visita in provincia di alcune delegazioni internazionali

Promuovere il territorio bellunese, con tutte le sue eccellenze, sfruttando la vetrina mondiale di Expo. E’ questo l’obiettivo di tutte le categorie economiche della provincia, che ieri (martedì 21 aprile) si sono ritrovate a Palazzo Doglioni Dalmas, insieme ai rappresentanti del Consorzio Dolomiti, per chiudere un accordo di collaborazione su questo tema, con l’appoggio della Fondazione Dolomiti Unesco, del Consorzio Bim Piave e della Provincia. Confindustria Belluno Dolomiti, Confartigianato Imprese Belluno, Appia CNA, Confcommercio, Coldiretti, Confagricoltura e CIA hanno così deciso di attuare alcune iniziative concrete per cogliere la grande opportunità rappresentata dall’esposizione universale che, dal primo maggio al 31 ottobre, porterà a Milano almeno venti milioni di persone.

Sarà così definito un progetto di comunicazione in partnership con i principali operatori del mondo dell’informazione internazionale. Sarà avviata una collaborazione con la Regione, oltre che per utilizzare gli strumenti già messi in campo per questo evento, anche per portare sul territorio bellunese alcune delegazioni internazionali che, da Milano, arriveranno in visita nella in Veneto, anche con l’obiettivo di rafforzare i rapporti commerciali. Se le risorse economiche lo consentiranno, saranno organizzati eventi mirati sia a Milano, nell’ambito del circuito Expo in Città, sia in provincia. Le categorie economiche hanno inoltre concordato di affidare il coordinamento e l’operatività di tutte le iniziative relative a Expo ad AIT Dolomiti, l’agenzia di informazione turistica di Confindustria Belluno Dolomiti. Sarà inoltre costituito un comitato tecnico, composto da un rappresentante per settore (industriali, commercianti, artigiani, agricoltori, turismo), con l’obiettivo di concordare un “racconto” organico e condiviso del territorio, così da avere maggiore efficacia nelle azioni di promozione.

«E’ positivo che le categorie economiche della provincia abbiano deciso di collaborare per la valorizzazione del nostro territorio – afferma Lorraine Berton, delegata alla comunicazione e all’internazionalizzazione di Confindustria Belluno Dolomiti – in una vetrina unica e irripetibile qual è l’Expo di Milano. Con questa iniziativa, partita dalle associazioni, abbiamo evitato il rischio, purtroppo concreto, che questo evento, che richiamerà sul nostro paese l’attenzione di tutto il mondo per sei mesi, passasse senza che Belluno mettesse in campo progetti specifici e soprattutto di territorio. Siamo fiduciosi che le istituzioni pubbliche sostengano attivamente l’iniziativa delle categorie economiche bellunesi, che si sono dimostrate compatte e pronte a investire tempo e risorse economiche, con l’obiettivo di mettere in evidenza tutte le eccellenze del territorio, a cominciare ovviamente dalle montagne più belle del mondo. A questo proposito, c’è già stato un primo incontro con Roger De Menech, presidente del Comitato paritetico per la gestione dei fondi in favore dei comuni di confine, per valutare la possibilità di accedere anche a questo canale di finanziamento».