news 15.09.2016

I sapori dell’autunno: alla scoperta delle tradizioni enogastronomiche del Bellunese  

Fagioli, mele, zucche, castagne, miele. In autunno le Dolomiti offrono l’opportunità di conoscere i sapori di alcuni tra i prodotti tipici più rinomati. Circa una sessantina, delle specialità agroalimentari tradizionali della Regione Veneto, arrivano dal bellunese. Tra carni, liquori, formaggi o frutti della terra, sono ben 378 le delizie specificamente venete riconosciute con decreto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. La montagna bellunese certamente non sfigura quando si tratta di prelibatezze e cibi genuini: dal pastin al kodinzon, dal barancino alle pendole, e poi il gelato, i formaggi, il mais sponcio… e ha molto da offrire, anche dal punto di vista gastronomico.

L'autunno è il periodo perfetto, per scoprire alcuni tra i prodotti più ricchi di storia della zona: è la stagione delle feste dei sapori, occasioni ideali per il visitatore che sia interessato a scoprire gusti antichi e luoghi non necessariamente turistici. In autunno, dimenticate le mete più rinomate e battute, seguite il profumo dei frutti della terra dolomitica e fatevi sorprendere da paesi in festa, cortili mozzafiato, inaspettati scorci da cartolina.

Di seguito, qualche consiglio di viaggio per gustarvi al meglio la montagna e la tavola bellunese, d'autunno.

Come ogni anno, il terzo weekend di settembre (16-18 settembre) è il momento della Festa del Fagiolo di Lamon IGP. Il fagiolo di Lamon era ed è rinomato ben al di fuori dalla Provincia di Belluno, e insieme alla patata è stato un alleato prezioso per le popolazioni che hanno resistito su queste montagne bellissime e difficili. Alla Festa del fagiolo potrete assaggiare il pregiato legume nelle tradizionali ricette locali, in uno dei 18 stand gastronomici o ristoranti aderenti. Potrete visitare una delle mostre – di pittura, ma non solo – allestite per l'occasione, ascoltare musica dal vivo, assistere agli spettacoli folk o dei burattini, partecipare alla prima cross country La fagiolissima…
Per informazioni: Pro Loco Lamon  http://www.prolocolamon.it/.

Dal 30 settembre al 2 ottobre in Comune di Vas, per la precisione a Caorera, si festeggia la Sagra della Zucca: un ortaggio povero, la cui coltivazione, che vent'anni fa era qui quasi del tutto abbandonata (la zucca si usava come cibo per le bestie…) è stata negli ultimi anni riportata in auge, con ottimi successi. In occasione della sagra, ogni scorcio della piccola borgata di Caorera viene adornato di zucche, protagoniste indiscusse della festa anche e soprattutto dal punto di vista gastronomico: dagli gnocchi al gelato, a Caorera in autunno tutto è a base di Zucca Santa bellunese – e di zucche rigorosamente biologiche, a chilometro zero. Assolutamente da assaggiare le crespelle e i risotti, il pane caldo, le marmellate, i sughi, la grappa aromatizzata alla zucca...
Per informazioni: Pro Loco Caorera  http://www.prolococaorera.it/sagrazucca.html .

Una delle feste del gusto più antiche e frequentate dell'autunno bellunese è senz'altro l'ormai famosa rassegna Mele a Mel, una mostra mercato che ogni anno richiama migliaia di visitatori e che coniuga natura, artigianato e gastronomia. Da venerdì 7 a domenica 9 ottobre protagonista indiscussa del borgo rinascimentale di Mel sarà la mela, in tutte le sue numerosissime varietà locali. Tra rievocazioni storiche, spettacolari cortili antichi, visite ai palazzi cinquecenteschi zumellesi e una ricca mostra dell'artigianato, Mele a Mel è l'occasione perfetta per visitare il borgo rinascimentale – bandiera arancione del Touring – di Mel.
Per informazioni: Mele a Mel  http://www.meleamel.it .

Le mele saranno protagoniste anche domenica 23 ottobre a Faller (Comune di Sovramonte), in occasione della Fiera della Mela Prussiana – o del Pom Prussian – una festa suggestiva all'insegna della valorizzazione del territorio, dell'agricoltura e dei prodotti tipici locali. Faller, alle porte del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, è un bel paesetto al sole famoso per i suoi meli profumati e per l'ostinazione virtuosa dei suoi abitanti, che hanno lavorato tanto per dare al piccolo centro feltrino occasioni turistiche al passo coi tempi, senza però snaturarlo: a Faller si dorme quindi in una delle strutture dell'albergo diffuso, si fanno camminate più o meno impegnative nel rispetto dell'ambiente, si mangia rigorosamente local.
Per informazioni: Albergo Diffuso Faller – Consorzio Tutela del Pom Prussian  http://www.albergodiffusofaller.it/site/.

Oltre alle mele, il miele: il Paese del Miele, nel Bellunese, è Limana, che dal 14 al 16 ottobre si riempirà di stand gastronomici affidati ad apicoltori locali ed eventi vari. In occasione della manifestazione di ottobre si terrà anche la seconda edizione del premio Limana Paese del Miele, un concorso provinciale che segnala i migliori mieli dell’anno prodotti e confezionati in provincia di Belluno.
Per informazioni: Limana Paese del Miele http://www.paesedelmiele.it/.

Infine, con largo anticipo segnaliamo qui anche l'Antica Fiera di San Matteo, l'appuntamento annuale per gustare la prelibata noce feltrina. La Fiera si sviluppa lungo tutto il centro storico della bellissima città rinascimentale di Feltre, all'inizio di novembre (6 novembre). Oltre alla noce feltrina nelle sue diverse varietà, protagonista di stand ed eventi, alla fiera espongono anche diverse aziende locali specializzate in altri prodotti tipici bellunesi e artigianato di montagna.
Per informazioni: Consorzio Dolomiti Prealpi  http://www.dolomitiprealpi.it/