news 31.03.2015

Il Comitato Coppa del Mondo di snowboardcross dice sì al Mondiale

I grandi eventi sportivi invernali hanno senso solo se parte di un progetto strategico e di prodotto turistico. Queste sono le parole unanimi del Comitato Organizzatore della Coppa del Mondo di Snowboardcross, guidato dal Presidente Denis Constantini con al suo fianco Monica Brida, Giorgio Gaspari e Alessandro Broccolo. Esistono varie tipologie di eventi e le Coppe del Mondo degli sport invernali hanno la caratteristica di essere manifestazioni ad alto tasso di notorietà, che posizionano la località come simbolo di qualità e tradizione dello sport. Questi eventi non possono però essere fini a se stessi ed il Mondiale, oltre ad essere un’occasione per il rilancio di Cortina, è anche di fondamentale importanza per garantirne la continuità ed il collegamento strategico con il prodotto turistico sportivo invernale. Quando ci siamo candidati per ottenere la Coppa del Mondo di Snowboardcross, continua il presidente Constantini, la Federazione Internazionale ha subito approvato il nostro progetto, questo grazie alla comprovata esperienza nell’organizzazione delle gare di Coppa Europa, ma anche per la presenza di altri grandi eventi. Non ospitare i Mondiali ci farebbe perdere credibilità e queste manifestazioni non sarebbero più scontate con conseguente danno per l’immagine di Cortina nel mondo, un mondo, che ricordiamo essere sempre più grande e dove gli sport invernali nei prossimi anni si svilupperanno in modo esponenziale molto lontano da noi, come ad esempio in Cina, dove stanno crescendo diversi resort, ci sono forti interessi per i circuiti di Coppa del Mondo e dove è aperta una candidatura per le Olimpiadi Invernali del 2022. Perdere tutto quello che abbiamo significherebbe in questo contesto così allargato scomparire.
 

CREDITO FOTOGRAFICO: © bandion.it