evento 22.02.2015

Mondiali di parapendio 2017 sul Monte Avena

Governo, Coni, Regione Enti locali e Confindustria Belluno Dolomiti uniti  per portare per la prima volta  in Italia  i campionati del mondo di parapendio

Governo, Coni, Aero Club Italia, Regione Veneto, Provincia di Belluno, amministrazioni locali e Confindustria Belluno Dolomiti sostengono la candidatura del Monte Avena per ospitare per la prima volta in Italia i Campionati del Mondo di Parapendio, in programma nel 2017. E’ quanto emerge dalla presentazione ufficiale della candidatura italiana promossa da Para&Delta club di Feltre, che si è svolta stamattina a Palazzo Doglioni Dalmas, sede dell’associazione industriali.  

Erano presenti Sandro Da Rold, delegato al turismo di Confindustria Belluno Dolomiti che ha dichiarato il pieno sostegno da parte dell’Associazione degli industriali bellunesi;   Matteo Di Brina del Para&Delta club di Feltre che ha presentato il progetto predisposto per le selezioni in programma per il 22 febbraio a Belgrado data in cui saranno assegnati anche i mondiali; Giuseppe Leoni Aero Club Italia che ha collaborato alla realizzazione dell’iniziativa; Roberto Padrin in qualità di vice presidente Provincia di Belluno e i sindaci degli enti locali coinvolti Maria Teresa De Bortoli sindaco di Pedavena; Paolo Perenzin sindaco di Feltre; Ennio Pellizzari sindaco di Fonzaso che stanno lavorando in sinergia per portare questa importante manifestazione nel territorio bellunese.

Il presidente dell’Aeroclub Italia Giuseppe Leoni ha ricordato che il Parapendio Italiano è la disciplina di volo che sta ottenendo i migliori risultati e che anche il presidente del Coni Malagò ha espresso nei giorni scorsi il proprio appoggio a questa candidatura che porterebbe per la prima volta in Italia un Campionato mondiale di volo libero.

Il vice presidente della Provincia Roberto Padrin ha sottolineato  la  piena disponibilità nell’appoggiare questa iniziativa,  attivandosi nel coinvolgere anche la Regione attraverso il sostegno del vice presidente Marino Zorzato: “lo svolgimento di un campionato mondiale è motivo di prestigio per la nostra provincia e sono sicuro che il lavoro di squadra condurrà all’assegnazione di questi mondiali”.

I sindaci degli enti locali coinvolti Maria Teresa De Bortoli sindaco di Pedavena; Paolo Perenzin sindaco di Feltre; Ennio Pellizzari sindaco di Fonzaso sono concordi nell’affermare che un evento di questa portata rappresenta un’occasione per il territorio, si tratterebbe di una vetrina internazionale con importanti ricadute per il turismo. Alla competizione parteciperebbero 150 piloti appartenenti a 40/50 nazioni, a questi si aggiungerebbero 25 team leader (selezionatori delle maggiori Nazionali) e circa 50 accompagnatori ufficiali.

Matteo Di Brina del Para&Delta club di Feltre ha spiegato l’iter della candidatura e ha sottolineato che il  Monte Avena  è il posto ideale per lo svolgimento di questo tipo di competizioni perché possiede un’area di decollo comoda e sicura e permette ai piloti di muoversi attraverso un percorso di  volo ampio che può svilupparsi tra la Valbelluna e la Pedemontana: “queste condizioni, insieme al fatto che fino ad ora in Italia non si sono mai svolti Campionati mondiali di volo libero, ci fanno ben sperare nell’assegnazione per il 2017”.