news 03.04.2015

Pasqua tra sci e castelli alla scoperta delle Dolomiti bellunesi

L’ultima sciata, una passeggiata alla scoperta di antichi manieri o alla scoperta dei tesori delle cittadine di Belluno e Feltre. Anche a Pasqua sono molte le opportunità tra le Dolomiti bellunesi. Per gli irriducibili dello sci nel lungo weekend di Pasqua tre imperdibili eventi animeranno le località di Falcade e Alleghe nel comprensorio del Civetta. Sabato 4 aprile a Falcade è prevista la Festa di fine Stagione: tanto divertimento sulle piste di con una serie di iniziative collaterali organizzate dai rifugi che per l’occasione proporranno menù particolari a base di gustosi piatti tipici. Ad Alleghe, nel week end, si svolgerà il Dolomiti Sound Festival, uno show cool e inedito nella splendida cornice dei Piani di Pezzè ad Alleghe.

Lunedì 6 aprile sempre ad Alleghe ci sarà lo Splash Party l’evento di chiusura della stagione invernale più atteso delle Dolomiti prevede l’attraversamento di una enorme piscina, scavata ai piedi della pista Civetta, con sci, snowboard, carri allegorici e qualsiasi cosa capace di scivolare!

Per chi allo sci preferisce una Pasqua di relax alla scoperta dei centri storici, ecco Belluno. Nelle vie del centro le fontane sussurrano di mercati e botteghe medievali (via Mezzaterra e dintorni), influenze veneziane (i palazzi del centro), traffici fluviali (Borgo Piave, fuori delle mura), invasioni e Resistenze, presenze paleovenete e romane (il museo civico)... Passeggiando per il centro ci si imbatte in vecchie porte maestose (porta Dojona, porta Rugo), splendide chiese nascoste tra le case del borgo medievale (ex chiesa di Santa Maria dei Battuti, oggi Archivio di Stato), finestre alla veneziana, un elegante campanile che svetta sul profilo delle montagne (Duomo), un Palazzo Rosso (sede del Comune), una fontana decorata di stemmi (nei giardini di piazza dei Martiri). Per informazioni Consorzio Dolomiti Belluno Tel. +39 0437 941148, fax +39 0437 944202, info@belledolomiti.it

In Valbelluna, all’ombra delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità, troviamo il centro rinascimentale di Mel, Bandiera Arancione. A pochi chilometri dall’antico borgo, c’è il castello di Zumelle che torna ad accogliere curiosi e appassionati, e questa volta lo fa parato a festa. Il 5 aprile il maniero meglio conservato della provincia riapre infatti i battenti e si presenta al pubblico proprio come “parco medievale unico in Italia”. E’ aperto dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. La visita guidata dura due ore, e conduce alla scoperta dei luoghi più interessanti di una corte medievale: lo scriptorium con la biblioteca, le segrete, la torre, la cripta, la bottega dello speziale, la chiesa di San Lorenzo, la rimessa militare, le cucine... (http://www.castellodizumelle.it/).

Ed infine arriviamo a Feltre, un piccolo comune in provincia di Belluno, ai piedi delle Dolomiti. Quando il cielo è azzurro limpido, le Vette Feltrine incorniciano il profilo del centro storico con fare affettuoso. La parte più antica della città sta arrampicata sul Colle delle Capre: è un gomitolo di strade su cui si affacciano vecchie case eleganti, decorate di affreschi e finestre alla veneziana. Feltre è tutta da scoprire. Si può salire verso piazza Maggiore, su fino al vecchio castello di Alboino, da una delle tre porte antiche o seguendo il tracciato sinuoso delle vecchie scalette. La sala degli Stemmi (spettacolare: guardare in alto, prego), il teatro de la Sena, i palazzetti Cingolani, la concattedrale di san Pietro Apostolo, le fontane Lombardesche, i palazzi nobiliari con le facciate silenziose e raffinate e le sale e i soffitti da film d'epoca. Per informazioni, rivolgersi al Consorzio turistico Dolomiti Prealpi +39 329 2729005;info@dolomitiprealpi.it   ; www.dolomitiprealpi.it