news 17.02.2014

Passata l'emergenza, sulle dolomiti bellunesi paesaggi da favola e piste perfettamente innevate

Gli operatori: panorami mozzafiato, come non si ricordano da tempo in questa stagione. E per le prossime settimane atteso un grande afflusso di turisti per le settimane bianche

Dopo i disagi, le Dolomiti bellunesi approfittano delle eccezionali nevicate delle ultime settimane per offrire agli appassionati della montagna e degli sport invernali piste perfette e paesaggi da favola. Le preoccupazioni lasciano così spazio all’ottimismo, supportato anche dai numeri: per le prossime settimane si attende un grande afflusso di turisti, soprattutto dall’estero. Grazie agli sforzi degli operatori, gli impianti sono tutti in funzione, o quasi, a Cortina d’Ampezzo, ad Alleghe – Civetta e ad Arabba. Aperto anche il Giro del sella, in entrambe le direzioni. «Cortina si è lasciata il brutto tempo alle spalle – afferma Stefano Illing, direttore di Cortina Turismo, all’agenzia AIT Dolomiti di Confindustria Belluno - ed è pronta ad offrire la neve più bella che si ricordi da parecchio tempo a questa parte. Le piste sono state continuamente battute preparandole per gli sciatori e sono ora in condizione per una settimana bianca immersi in mondo candido da favola nordica». 
«Abbiamo lavorato per giorni – aggiunge il vicesindaco della Regina delle Dolomiti Enrico Pompanin - ma ne è valsa la pena. Le strade, grazie al lavoro di operai e volontari sono in ottime condizioni e Cortina è perfettamente raggiungibile, mentre le montagne che ci circondano rappresentano uno spettacolo che raramente si è visto nel corso degli anni. Tanta neve non si ricorda a memoria d'uomo e, dopo i disagi, ci ripaga con la bellezza incomparabile delle Dolomiti ricolme di neve fresca che risplende al sole». «Chi non sale ora a Cortina – concorda sandrone, gestore del Rifugio Alverau - si perde un'occasione unica per vedere una stazione di montagna da favola. Le strade pulite ma con muri laterali di 2 metri di neve, le case con i tetti e camini che spuntano da una coltre di neve, gli alberi colmi e le cime tutte tondeggianti offrono uno spettacolo unico che non può mancare negli album di chi ama la montagna».
«Abbiamo superato bene la fase più critica provocata dall’ondata di maltempo – afferma Sergio Pra, presidente di Dolomiti Stars, consorzio dell’Alto Agordino – e adesso guardiamo agli effetti positivi delle abbondanti nevicate: sulle nostre montagne abbiamo scenari quasi fiabeschi, come non si vedeva da tempo. Gli operatori lavorano anche di notte per preparare le piste, che in questi giorni sono praticamente perfette. Siamo dunque pronti ad accogliere i turisti per le settimane bianche. Le attese sono positive, in particolare grazie agli stranieri». «L’impegno profuso dagli operatori in queste ultime settimane è davvero encomiabile – sostiene Sandro Da Rold, membro della giunta esecutiva di Confindustria Belluno Dolomiti con delega al turismo – e tutti speriamo che adesso possano raccogliere i risultati che si attendono. Le condizioni ambientali sono splendide e questo aiuterà a risollevare una stagione in parte segnata dal maltempo. Dalle istituzioni ci aspettiamo, comunque, quei provvedimenti che servono per sostenere un settore strategico per l’economia della provincia».