evento 30.04.2015

Shin dong-Huyk: un sogno che si avvera vedere Venezia e le Dolomiti

Giovedì sera alle 20,30 a Trichiana il primo e unico incontro pubblico con l’esule nordcoreano, l’unica persona nata in un campo di prigionia nordcoreano che sia riuscita a scappare e raccontare la sua storia

Shin dong-Huyk sta per realizzare il sogno della sua vita da esule: ammirare Venezia. Non solo: nella stessa giornata vedrà la città e le montagne più belle del mondo, le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. La scoperta della bellezza, dunque, dopo aver conosciuto per 22 anni solo l’orrore assoluto. Shin dong-Huyk è infatti l’unica persona nata in un campo di prigionia nordcoreano che sia riuscita a scappare e raccontare la sua storia, riportata nel libro, best seller in 29 Paesi, "Fuga dal Campo 14", scritto con il giornalista americano Blaine Harden, pubblicato in Italia da Codice edizioni. Il trentaduenne nordcoreano, oggi Ambasciatore dell’ONU per i diritti umani,  sarà per la prima volta in Veneto domani (giovedì 30 aprile), per un incontro pubblico in programma a Trichiana (alle 20,30, nella Sala San Felice), prima di andare a Roma, dove incontrerà il Papa e dove sarà ricevuto alla Camera dei deputati.  

«Mentre nove anni fa correvo nella neve per attraversare la recinzione elettrificata del Campo 14 – afferma Shin dong-Huyk alla vigilia di questo appuntamento - pensavo che sarei morto il giorno dopo, se mi andava bene, che mi avrebbero fucilato, o ripreso e torturato fino alla morte. Invece eccomi qui tra voi, a progettare di incontrarvi a Trichiana, e di vedere Venezia: sono un uomo fortunato».  «Sono molto felice di essere in Italia – aggiunge - è un Paese bellissimo, dove ho trovato molte persone generose, come mi avevano detto. Da quando sono fuggito dal Campo 14 ho sempre sognato di poter vedere qualcosa del mondo libero, e ho viaggiato molto per raccontare a tutti quelli che vogliono ascoltare, la storia del mio Paese, la Nord Corea, oppresso da settant'anni di dittatura. Il mio sogno più grande era vedere Venezia, che tutti quelli che ho incontrato mi hanno raccontato essere la città più bella del mondo. Sono anche molto felice di andare a Trichiana, e di vedere quelle che mi dicono essere le montagne più belle del mondo: le Dolomiti».

«Avere ospite a Trichiana una personalità come Shin dong-Huyk è sicuramente un grande privilegio – commenta Elisa Danieli, assessore alla cultura del Comune di Trichiana – anche perché questa è la sua prima e unica uscita pubblica in Veneto».