news 06.05.2015

Sposarsi a Cortina: le proposte più originali per pronunicare il "fatidico sì"

Romantico e tradizionale. “Panoramico” e suggestivo. Oppure sportivo e avventuroso

Sposarsi in primavera o d’estate, all’aperto, circondati dalla natura, in una location unica al mondo, è il sogno di molte coppie che a Cortina, Romantic Resort con proposte e servizi dedicati per i futuri sposi, possono realizzarlo scegliendo tra un ampio ventaglio di soluzioni: dalle più tradizionali e romantiche alle più “alternative”.

 
Se d’inverno si può fare un matrimonio con gli sci ai piedi, in una baita circondata da un soffice manto bianco e con vista sul mare di nuvole o provando il brivido della guida su ghiaccio, a cavallo di una motoslitta o ancora librandosi in cielo con una mongolfiera, in elicottero e persino con lo snowkite, con la bella stagione le soluzioni più originali non mancano di certo.
 

Si può “convolare a nozze” inforcando una mountain bike, lungo uno dei tanti e suggestivi percorsi ciclabili delle Dolomiti ampezzane, oppure scendendo lungo un torrente con il gommone. E si può sussurrare il fatidico “sì” anche sospesi tra le rocce con tanto di moschettone in mano.

 
Se invece il binomio matrimonio-adrenalina non è nelle proprie “corde”, per chi è alla ricerca di una cerimonia più intima, magari lungo le sponde di un lago alpino, il luogo ideale è il Ristorante Lago Ghedina, immerso nel verde di un lussureggiante bosco (www.lagoghedina.it).

 
Tante le soluzioni anche per le coppie amanti delle vette. Il Rifugio Scoiattoli, con la vasca a botte all’aperto riscaldata da una stufa a legna, a 2.225 di quota, garantisce uno scenario spettacolare sulle 5 Torri, mentre si sorseggia champagne in attesa che l’enrosadira tinga di rosa le pareti dei Monti Pallidi (www.rifugioscoiattoli.it).

Il Rifugio Pomedes (www.rifugiopomedes.dolomiti.org), situato nel gruppo delle Tofane a 2.340 metri, è l’angolo ideale per ammirare le Dolomiti a un passo dal cielo.

Il Rifugio Faloria, con la sua terrazza sulle Dolomiti a quota 2.123 metri, raggiungibile in funivia o jeep, è perfetto per matrimoni tradizionali e suggestivi, ma anche per chi cerca un pizzico di avventura (www.cortinacube.it).

Il Rifugio Col Drusciè a 1.778 metri, offre una delle più spettacolari vedute sulla conca ampezzana e sulle Dolomiti. L’ampia terrazza permette di pranzare all’aperto nelle splendide giornate di sole o di prendere l’aperitivo al chiaro di luna (www.freccianelcielo.com).

Matrimonio all’ampezzana all’agriturismo Malga Peziè de Parù, un vecchio brite trasformato in un accogliente ed elegante rifugio, dove lo chef prepara i piatti classici della cucina ampezzana e di montagna, secondo le ricette originali (www.peziedeparu.it).

Immerso nella natura anche il Ristorante Baita Fraina, con una terrazza a 2.123 metri e vista incantevole sulle cime più affascinanti di Cortina, per il giusto mix tra scenario incantato e una gastronomia di alto livello (www.baitafraina.it).

 

Scendendo in centro, sia d’estate che d’inverno - oltre alla Sala Consigliare lungo Corso Italia, per una cerimonia civile, con possibilità di arrivo in carrozza -, una sede d’eccezione per un matrimonio di grande effetto è lo Stadio del Ghiaccio, luogo storico delle Olimpiadi invernali che si tennero a Cortina nel 1956. Poco lontano il Park Hotel Franceschi: albergo dallo stile tipico ampezzano avvolto in un’atmosfera d’altri tempi, con ampi saloni impreziositi da pregiate stufe in maiolica e un giardino ideale per gli allestimenti più eleganti (www.franceschiparkhotel.com).

Nei “romantic hotel” di Cortina, inoltre, alcune attenzioni particolari dedicate ai neosposi: dal piccolo pensiero floreale al servizio in camera, da speciali trattamenti nell’area benessere a indimenticabili cene a lume di candela.

 

credito fotografico:www.bandion.it

TAG ASSOCIATE