news 10.03.2014

Tour gastronomico in Cadore

Giornalisti e critici gastronomici in visita in Cadore per scoprire cucina e sapori del nostro territorio

Da Roma, Milano, Torino alla scoperta del Cadore e dei suoi sapori: una tre-giorni che ha visto il nostro territorio ospitare un gruppo di giornalisti e critici gastronomici che, da Pieve di Cadore ad Auronzo, hanno avuto modo di vivere ed assaggiare la cucina e i sapori nostrani.
La cena d'accoglienza, preparata a più mani da Cristina De Silvestro, Liana Ciotti e Anna Maria Marta all'hotel Giardino di Pieve che ha proposto un menu di sapori tipici in grado di stupire gli esperti, e confermare la professionalità delle nostre 'donne della valle'. Cristina De Silvestro ha già coordinato con esperienza e bravura la cena con i sapori cadorini e piemontesi dello scorso ottobre, di cui si attende quest'anno una bella riedizione.
Da Pieve ad Auronzo, i giornalisti hanno avuto modo di assaggiare le specialità di pasticceria e gli strudel di Paolo Da Vià, il pastin di Luciano Del Favero, i formaggi della latteria 'Botton D'Oro' e le specialità di cucina degli chef Vincenzo Menetti, sul monte Agudo, e di Angelo Pintossi, alla malga Rin Bianco all'ombra delle Tre Cime di Lavaredo.
Promosso di concerto dal Consorzio Pro Loco Centro Cadore e dal Consorzio Turistico Auronzo Misurina, con la consulenza dell'esperto in strategie della comunicazione turistica Jacopo Fontaneto, il press-tour è stato il primo atto di una serie di iniziative che promuoveranno la conoscenza della nostra valle tra i giornalisti di testate nazionali turistiche, gastronomiche e naturalistiche.
“E' stata anche per noi un'importante presa di coscienza delle forti potenzialità e dell'attrattiva del territorio, che si declinano nel turismo invernale, in quello estivo, nelle bellezze naturalistiche e nell'unicità delle nostre Dolomiti, un angolo senza uguali, tra i più belli del mondo e che ha incantato i nostri ospiti” dicono Giovanni Giacomelli, presidente del Consorzio Pro Loco Centro Cadore e Aldo Corte Metto, direttore del Consorzio Turistico Auronzo. “E in tutto questo non va dimenticata l'enogastronomia, punto focale di questo primo press-tour”. Esperienza da ripetere. Probabilmente già nel giugno prossimo, con uno sguardo rivolto al trekking e alla montagna d'estate, e nel prossimo ottobre, quando si pensa ad un'iniziativa per la stampa incentrata sul centenario della Grande Guerra e dei suoi itinerari. Contando sempre sulla collaborazione di Fontaneto, giornalista piemontese che, stregato dal Cadore, ha deciso di mettere la sua competenza nel campo turistico al servizio di questa entusiasmante scommessa di rilancio