evento 20.09.2015

Tra le Dolomiti bellunesi, alla scoperta del famoso fagiolo di Lamon

Da oggi al 20 settembre la tre giorni “A tavola nel Feltrino” che celebra una delle eccellenze enogastronomiche del territorio

Da oggi al 20 settembre Lamon festeggia il suo prodotto principe, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo: il fagiolo, una delle eccellenze delle Dolomiti bellunesi. Ha infatti inizio stasera la tre giorni “A tavola nel Feltrino”, che ormai da 26 anni impegna il terzo weekend di settembre lamonese. Il paese si animerà di musica dal vivo, mercatini, dimostrazioni varie, e si profumerà dei piatti della tradizione locale – pasta e fagioli, fagioli con il cotechino, pendolon (con le patate e la pancetta), fagioli all'uccelletto, crema di fagioli…
Sabato sera si esibiranno i Barbapedana, gruppo veneto curioso, in concerto con "Ziveli: musiche balcaniche, zingare e klezmer". Nel pomeriggio sarà il turno della banda folkloristica della vicina Castel Tesino. Domenica Lamon sarà “occupata” da artisti di strada, burattinai, danzatori… Nel pomeriggio andrà in scena lo spettacolo “Fagioli” del gruppo I teatri soffiati.
Durante tutto il weekend il gruppo folk "Drio le pèche" si impegnerà nella rappresentazione degli antichi mestieri, e ci saranno spazi espositivi per l'artigianato locale, banchi della Mostra mercato del fagiolo e stand gastronomici dove assaggiare i vari ecotipi del fagiolo di Lamon, dallo Spagnolit (il più ricercato, dalla buccia sottilissima con striature rosso brillante, di forma rotondeggiante a botte) allo Spagnol (di forma ovoidale, con striature rosso vinose), dal Calonega (schiacciato, speciale per le minestre) al Canalino (con striature rosso cupo, gradevole al gusto ma con una buccia un po' più consistente).

Da qualche anno il fagiolo di Lamon è anche stato insignito del marchio di origine IGP. La zona di produzione della semente è circoscritta all'altopiano di Lamon e di Sovramonte, dove la concimazione avviene solo con letame ben maturo, su terreni condotti da piccole aziende familiari. Il fagiolo viene poi coltivato in Valbelluna, negli altri 18 comuni della provincia di Belluno. La semina si fa secondo tradizione il 3 di maggio, Santa Croce, e la raccolta va avanti da metà agosto a fine settembre.

Quasi alla fine della raccolta ecco quindi la festa del fagiolo, organizzata dalla Pro Loco e dal Consorzio di tutela del fagiolo di Lamon.