evento 27.02.2015

"Un motore per la montagna" Conferenza aperta al pubblico

Venerdì 27 febbraio, ore 15.30 Nuovo Spazio di Casso (Ex scuola di Casso)

Venerdì 27 febbraio, Dolomiti Contemporanee organizza la conferenza-dibattito dal titolo Cultura: un motore per la montagna. I modelli culturali funzionali, in cui arte e cultura creano spunti innovativi per il territorio. Il caso di Dolomiti Contemporanee a Casso.

L’incontro, che è aperto al pubblico, si svolgerà tra le ore 15.30 e le ore 17.30 presso le ex scuole di Casso, dal 2012 Nuovo Spazio di Casso.

L’evento rientra tra le iniziative promosse per i Dolomiti Days, ed è realizzato su incarico della Provincia di Pordenone ed in collaborazione con la Provincia di Udine e la Fondazione Dolomiti UNESCO.

Nel corso dell’incontro, interverranno diversi ospiti e relatori, che porteranno il proprio punto di vista sui temi indicati nel titolo.

La presenza di Dolomiti Contemporanee a Casso, a partire dal 2012, è divenuta significativa, radicandosi decisamente, e maturando un importante consenso, grazie ad iniziative che pongono al centro la cultura del territorio, operando a partire dall’identità dell’area del Vajont in particolare.
Le attività svolte, d’altro canto, aprono con forza questo stesso territorio all’esterno, mettendolo in rete con contesti culturali ed artistici rilevanti sul piano nazionale e internazionale.
Lo Spazio di Casso è ormai riconosciuto come una realtà originale e di rilievo, nel panorama regionale dei Musei, e nel contesto nazionale dell’arte e della cultura.
Le iniziative che Dolomiti Contemporanee realizza a Casso e negli altri siti riattivati all’interno della regione dolomitica (come Progettoborca), generano aspettativa, il pubblico risponde, i media seguono la vicenda con attenzione.
Il Concorso Internazionale Two Calls for Vajont, prorogato ad aprile 2015, ha consentito di trovare l’attenzione di personalità eminenti, come quelle, ad esempio, di Marc Augé, Alfredo Jaar, Cristiana Collu, Angela Vettese, Massimo Bray.
Nel corso di questo incontro aperto al pubblico, si racconterà dunque l’esperienza di questi due primi anni a Casso.
La narrazione dell’esperienza di Casso consentirà di aprire, in seno alla stessa conferenza, una riflessione allargata sui modelli culturali innovativi, la loro funzione e utilità per il territorio, la possibilità di un turismo culturale integrato.

L’incontro vedrà la presenza di alcuni ospiti, che provengono da ambiti eterogenei: istituzionale, cultuale, d’impresa; essi sono stati invitati a intervenire, portando il proprio punto di vista su come effettivamente esperienza, approcci e modelli innovativi, incentrati sulla cultura, possano portare benefici e crescita al territorio, generando per esso modelli propulsivi concreti.

Parteciperanno all’incontro:

- Luciano Pezzin, Sindaco di Erto e Casso, Presidente del Parco Naturale Dolomiti Friulane.
- Gianluca D’Incà Levis, curatore di Dolomiti Contemporanee.
- Pieromano Anselmi, Sindaco di Montereale Valcellina, consigliere delegato alle Dolomiti-Unesco per la Provincia di Pordenone.
- Pietro Fontanini, Presidente della Provincia di Udine.
- Flaminio Da Deppo, Presidente Gal Altobellunese.
- Lorenzo Bernardi, rappresentante Enel Hydro Veneto.
- Gilberto Zaina, ad di Acqua Dolomia, già partner del Concorso Twocalls for Vajont.
- Luca Rento, artista e imprenditore.
- Maria Lusiani, docente di management della cultura all’Università Cà Foscari di Venezia.
- Marco Minuz, curatore indipendente.

Per altre info:

press@dolomiticontemporanee.net